L'Azienda ieri e Oggi

L'azienda ieri e oggi

Amantea, è un ridente paese marino, ubicato lungo la costa tirrenico-cosentina.

Da sempre, una delle principali attività dei suoi abitanti è stata la pesca effettuata con metodi tradizionali in un mare ancora oggi pulito.

E' qui che l'azienda Ganci, nel lontano 1947, ha impiantato le proprie radici lavorative.

In quel periodo esistevano poche tecniche per la conservazione dei prodotti alimentari, la più importante delle quali era la salatura (o marinatura) e in un piccolo e modesto locale, veniva effettuata la lavorazione (salagione) di sarde e alici appena pescate dai marinai del luogo.

Il pesce veniva lavato, scapato, eviscerato e stivato sotto sale in grossi contenitori per alcuni mesi.

Fu tanta la manodopera, maggiormente femminile, che si avvicinò a questa lavorazione, che divenne in poco tempo una delle più importanti del periodo, così da far diventare Amantea uno dei punti di riferimento nella conservazione del pesce salato.

Quando, dopo mesi, il prodotto giungeva a maturazione attraverso la salatura, veniva venduto in grossi contenitori di legno (tinelle) ai commercianti del luogo e di altre regioni vicine.

Con il passare del tempo, l'azienda ha ampliato i luoghi di produzione, adattandoli alle moderne esigenze lavorative ed igienico-sanitarie, ha allargato la gamma prodotti lavorati, conservando però l'artigianalità e la tradizionalità nella lavorazione, essenziali, entrambe, a garantire ai prodotti il gusto e il pregio di sempre.

I principali prodotti che l'azienda offre sono le squisite e tradizionali alici sotto sale o al peperoncino, i filetti di alici in profumato olio d'oliva, la prelibata rosamarina che, insieme al peperoncino, da gusto e sapore a tavola, il tonno in olio, rigorosamente del Mediterraneo, lavorato appena pescato, oltre a squisite salse al profumo di mare.

Il Novellame di sardina
( "a rosamarina" per gli antichi pescatori di Amantea), viene pescato nel periodo tra l'inverno e la primavera con le "sciabbiche", particolari reti che vengono disposte dai marinai partendo dalla riva del mare e tornando a riva formano un semicerchio che racchiude il prezioso pescato.

La raccolta della rete non sempre ripaga, e allora bisogna ritentare, a volte fino a notte con l'aiuto della cosidetta "lampara"

Il pesce giunge nel nostro laboratorio, vicinissimo al mare, appena pescato.

Rispettando gli antichi metodi di lavorazione, viene lavato, fatto asciugare, condito col peperoncino e, dopo una giusta salatura, messo a maturare al fresco in particolari contenitori detti "tini".

La rosamarina si accompagna benissimo con la cipolla rossa tagliata finemente e amalgamata con un pò d'olio d'oliva extravergine o spalmata al naturale su bruschette o tartine, oppure fatta saltare in padella e poi usata per condire bruschette o pasta cotta al dente.